IL VETRO

The Doors di Pietro Davide Li Vigni a Marsala (Trapani) cura con attenzione tutto il processo produttivo, inclusa la scelta del vetro più adatto al vostro infisso.

Il vetro occupa circa l’80% della superficie del serramento e negli anni ha raggiunto, nelle sue molteplici combinazioni, ottime caratteristiche d’isolamento termico e abbattimento acustico che unite al serramento, portano lo stesso al TOP per capacità prestazionali. Diverse sono le caratteristiche a cui deve rispondere il vetro ma le principali sono ISOLAMENTO e SICUREZZA

 

Isolamento:
The Doors di Pietro Davide Li Vigni a Marsala (Trapani), nei propri serramenti, consiglia l’utilizzo di vetrocamera a controllo solare e a bassa emissione, e intercalari termici che al posto dell’aria dissidratata utilizzano il gas Argon con valore di Ug altemente performanti.

 

Sicurezza:

Quando la lastra di un vetro si rompe, si formano pericolose schegge taglienti; per la sicurezza dell’utente ci sono soluzioni come il vetro temperato o stratificato.

Il vetro temperato quando si rompe si sbriciola formando pezzettini di vetro minuscoli che annullano la possibilità di ferite profonde e gravi.
Il vetro stratificato invece è una lastra composta da due vetri accoppiati con un solido film di polivinile trasparente, detto PVB, che trattiene i pezzi di vetro in caso di rottura impedendo che cadano su persone e/o animali nelle vicinanze.

Nell’edilizia privata è obbligatorio installare nei serramenti posizionati sotto i 100 cm dal pavimento vetri di sicurezza interna ed esterna, mentre sopra i 100 cm la lastra di Sicurezza solo interna, mentre nel settore pubblico (uffici, scuole, ospedali, etc.) è obbligatorio usare anche sopra i 100 cm il vetro di sicurezza sia interno che esterno. La normativa che fa da riferimento e disciplina l’utilizzo dei vetri in edilizia e’ la UNI 7697:2014. Tuttavia The Doors consiglia vetri stratificati interni ed esterni, sopra e sotto, “la sicurezza prima di ogni cosa”.

Un componente del vetrocamera da non trascurare è sicuramente il distanziale o canalino, che divide le due lastre di vetro. Solitamente viene utilizzata una canalino metallico riempita con sali disidratanti per eliminare eventuale umidità residua all’interno del vetrocamera. Negli ultimi anni si è assistito ad un progresso notevole dei distanziali, arrivando alla realizzazione del canalino cosiddetto “A BORDO CALDO”. Realizzata internamente in materiale isolante, contribuisce a migliorare le prestazioni sia termiche che acustiche complessive del serramento, eliminando quasi completamente la formazione di condensa all’interno dei locali.

Un altro aspetto del vetro che riveste una certa importanza è la BELLEZZA. Lo spazio che si crea tra le due lastre di vetro di una vetrocamera si è pensato di poterlo sfruttare artisticamente ma anche funzionalmente, ad esempio è possibile inserire nella camera delle inglesine o predisporre lo spessore adeguato dalle tendine alla veneziana o ancora le plissettate, per ottenere un parziale oscuramento ed una protezione visiva dall’esterno.